AZIENDA

La Viticoltori dei Colli Cimini è una società cooperativa che trasforma le uve esclusivamente conferite dai soci commercializzando i vini da queste ottenuti. Riunisce circa 400 piccoli viticoltori le cui vigne, in coltura specializzata, ricadono prevalentemente all’interno della zona di produzione dei vini D.O.C. Vignanello. Custode della vocazione e della lunga tradizione vitivinicola del territorio, l’azienda vanta oltre cinquant’anni di attività a beneficio della qualità e della naturalezza dei propri vini. Nella struttura è presente anche un frantoio dove si produce olio extra vergine di categoria superiore attraverso procedimenti di estrazione esclusivamente meccanici.

barra1

 

 

STORIA

La produzione di vino nel nostro comprensorio risale almeno al IV secolo a.C., come documentato dal rinvenimento nella necropoli vignanellese del Molsto02esino di uno stamnos falisco a figure rosse raffigurante Dioniso che rivela a suo figlio Oinopion il mistero del vino. Il vaso, attribuito al Pittore di Heraksto04les, è custodito presso il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma. In epoca più recente, agli inizi del XIX secolo, il vino di Vignanello veniva trasportato a Roma con il tradizionale barroccio per rifornire osterie e cantine private. Giuseppe Gioacchino Belli, poeta in dialetto romanesco, in un sonetto del 1844 scrive: -(…) s’ha ppuro da fà scrive a Vviggnanello p’er zolito bbaril de vin’assciutto, e pper un antro o ddua ppiù ttonnarello (…)-. Gaetano Moroni nel Dizionario di erudizione storico-ecclesiastica (1860), riporta per Vignanello: -(…) il territorio precipuamente produce vino squisito, che gareggia coll’orvietano, ed è la più grande risorsa sua, (…) ne commercia con Roma e altrove-. Hans Barth, bibace poeta, nel suo Osteria. Guida spirituale delle osterie italiane da Verona a Capri edito nel 1909 con prefazione di Gabriele D’annunzio, così descrive il vino di Vignanello: -Zampilla nella provincia di Romsto03a, nella foresta del Cimino, fra Viterbo e Gallese, un vino che non ti posso descrivere! (…) Questo vino è il divino Vignanello. Già lo hasto01 vantato Gioacchino Belli, ma solo là, ove nasce, sprigiona tutto il suo fascino. (…) lì soltanto spumeggia, come lo champagne, imperla il bicchiere e diffonde in tutto il tuo essere una beatitudine tranquilla, voluttuosa-. La prima cantina sociale e distilleria a Vignanello data al 1903, epoca in cui il più favorevole clima economico, riflesso anche dalle mutate condizioni politiche ed istituzionali introdotte da Giovanni Giolitti, consentì il varo di una legislazione sulla cooperazione di eccezionale rilievo che, riconoscendone l’esperienza e la validità, le aprì prospettive di sviluppo di grande importanza. Con Decreto Ministeriale del 14 Novembre 1992 viene riconosciuta la Denominazione di Origine Controllata Vignanello.

 

TERRITORIO

DSC_8879I terreni compresi nell’area della D.O.C. Vignanello hanno origine dalle manifestazioni vulcaniche del complesso Cimino della fine del Pliocene caratterizzate da fenomeni esplosivi che hanno generato terreni formati da tufi stratificati. L’altitudine dei terreni coltivati a vite è compresa tra i 220 ei 445 m s.l.m., l’esposizione generale è orientata verso ovest, sud-ovest, ed il clima dell’area è di tipo temperato di transizione caratterizzato da una temperatura media di 14,2° C e da precipitazioni medie annue comprese tra i 954 ed i 1166 mm. La combinazione tra natura del terreno e fattori climatici fanno della zona delimitata come DOC Vignanello un territorio altamente vocato alla produzione di vini di pregio. La Denominazione di Origine Controllata Vignanello interessa in toto i territori dei Comuni di Vignanello, Corchiano, Vasanello, Bassano in Teverina, in parte quelli di Gallese, Fabrica di Roma e Soriano nel Cimino.

 

FESTE DEL VINO

Ogni anno la cantina Viticoltori dei Colli Cimini, in collaborazione con gli Enti Locali, organizza la Festa del Vino e la Festa del Vino Novello offrendo a residenti ed ospiti l’opportunità di trascorrere piacevoli serate all’insegna del divertimento e del buon cibo del territorio accompagnato dal vino di Vignanello.
La Festa del Vino si svolge a Vignanello dal 10 al 15 agosto.
La Festa del Vino Novello si svolge, sempre a Vignanello, nei due week-end successivi al 6 novembre.